La Validazione. La Pagella della Coppia.

Forum Erotici Varie Altri argomenti

Moracheta
giovedì 2 marzo 2017
La Validazione. La Pagella della Coppia.

Dopo la Brexit, il Jobs Act, la Riforma della Buona Scuola, la Validazione costituisce una delle novità di maggiore interesse degli ultimi tempi che riguarda tutti.

O almeno la parte Radical Chic degli scambisti.

Qualcuno avrà avuto un tuffo al cuore nel ricordare la pagella che rievoca infanzia e adolescenza.

Del resto, chi tra le coppie "attive" non ha ricevuto o regalato questo atto d'amore?

Questo attestato di stima?

Questa apertura di credito scambista illimitata?

Una sorta di diploma di maturità trasgressiva che non può mancare nella bacheca dello scambista D.O.C.

Senza, sei un fantasma e non esisti, vaghi senza meta.

Con, te la giochi meglio, risulti rassicurante,credibile e affidabile.

C'è chi sostiene che aiuti l'autostima.

Costituisce una sorta di faro che guida la navigazione di chi è in modalità "ricerca coppia affine".

Alcune tra queste sono autentiche pagine di letteratura, saggi brevi.

Poche, molto poche, a dire il vero.

Altre, ispirate da chissà quale cabarettista sciagurato, risultano piene zeppe di corbellerie, banalità, luoghi comuni, strafalcioni di ogni genere e natura.

Per tacere poi di forma, sintassi, ortografia e grammatica.

Tutte cose non commestibili e mai pervenute.

La complessa tecnica di stesura più diffusa è quella "a stampino", o anche volgarmente nota come "copia e incolla".

Trovano comunque interesse anche i contenuti della validazione.

All'interno di esse tutti appaiono belli, tutti intelligenti, tutti raffinati, tutti capaci, tutti generosi, tutti maestri della seduzione, tutti divertenti, brillanti e - sul campo di gioco - tutti fenomeni.

Alcuni novelli Rocco Siffredi, altre Dee del Sesso magicamente materializzatesi sul tuo divano o nel tuo letto.

Oramai rilasciarla è una sorta di consuetudine consolidata, un atto di bon ton a cui nessuno può sottrarsi.

Pena la riprovazione, l'ignominia e il pubblico dileggio.

C'è chi per fare prima non arriva neanche a casa.

La scrive direttamente sul posto o accosta in una piazzola di servizio.

Chi invece si prende del tempo, rischiando però d'incrinare sul nascere la nuova piccante amicizia.

Naturalmente lo schema del testo è sempre uguale e quasi ci induce a credere che questo sia un mondo perfetto, dove tutti piacciono a tutti.

Insomma un mondo alla Matrix, pieno di pace, amicizia, amore e sesso a buttare!

A volte le validazioni costituiscono dei veri e propri vangeli, da citare quando si discute di questo o di quello magnificandone qualità, virtù, pregi o condannandone i difetti "di fabbrica".

A volte qualcuno troppo precipitoso - in verità - si fà i film.

Perché se A l'ha data a B e C l'ha presa da A, è ovvio che B e C presto convoleranno a giusta trasgressione.

E' una questione matematica, una scienza infallibile, una forma di sillogismo aristotelico applicato al mondo dello scambio di coppia.

Forse qualcuno si starà chiedendo se questa simpatica pratica diffusa non finisca per "mappare" inconsapevolmente la coppia di turno.

O anche no.

Forse vi starete chiedendo che fine fanno privacy e riservatezza di cui tutti fieramente si riempiono la bocca.

Comunque sia, viene il sospetto che tutto venga sacrificato sull'altare dell'apparire, vero Totem del nostro tempo.

Perché ogni incontro andato "a buon fine" è un nuovo scalpo da esporre pubblicamente.

Tronfi e orgogliosi.

A maggior ragione se l'altra coppia è una "Start-Up" o una prestigiosa e affermata "Blue Chips" molto quotata sull'indice della trasgressione (IN.DE.T.).

Di poco interesse è la validazione, che certifica unicamente "l'esistenza in vita" della coppia.

Roba da Ufficio Anagrafe.

Si colora invece di ridicolo, il caso delle coppie che dopo aver bacchettato stigmatizzato deriso i singoli, giurando e spergiurando che mai giocherebbero con uno di loro, si ritrovano dopo l'incontro "consumato" a doverlo pregare in ginocchio affinché non rilasci compromettente validazione sulle loro immacolate bacheche.

Che tristezza infinita.

Forse ha ragione quel tale che, ricordando a tutti che la verità non esiste perché ciascuno ha la sua, chiosò convinto: "Stai serena coppia!".

Sperando di suscitare delle sane riflessioni.

Vogliate gradire.

Saluti.

Moracheta

Tratto da "PRIVACY, ETICA E COERENZA" di A. Soro

Ogni riferimento a persone, luoghi o fatti realmente accaduti è casuale

Empty Avatar

Sante parole...

Guest